Skip to content
fame-nervosa-prodotto-biolybra-calm

FAME NERVOSA: una questione di “Emozioni”, e ormoni!

73 / 100

COME RICONOSCERE, GESTIRE ED EVITARE GLI ATTACCHI DI FAME NERVOSA.

La fame è uno dei nostri bisogni primari indispensabili alla sopravvivenza. Una corretta nutrizione è la base per il benessere del nostro corpo e della nostra mente.

Eppure, non sempre, questa fame si presenta come un bisogno fisiologico.

Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita (o una volta al mese) di sentire necessità di cibo per compensare un vuoto o un momento di noia!

Succede agli studenti nei giorni che precedono un esame, o chi deve sostenere un colloquio di lavoro importante; o ancora, in fase pre-ciclo e in menopausa. Spesso, i momenti in cui la fame nervosa si fa più sentire sono quelli in cui siamo maggiormente agitati e stressati.

Quella di mangiare può sembrare la soluzione più semplice per gestire le emozioni o colmare dei vuoti ma l’eccesso di cibo può causare diversi malesseri come reflusso, problemi intestinali e altri fastidi che possono compromettere la nostra serenità quotidiana.

MA DA COSA DIPENDE LA FAME NERVOSA O EMOTIVA?

COSA C’È ALL’ORIGINE DI QUESTA SENSAZIONE SPESSO DIFFICILE DA CONTROLLARE?

Il nostro organismo è una macchina perfetta e quelli che regolano la fame sono due centri di controllo all’interno del nostro cervello che funzionano grazie a neurotrasmettitori ed ormoni.

Neurotrasmettitori e ormoni agiscono come messaggeri inviando segnali che spingono o meno alla ricerca di cibo.

Uno degli ormoni coinvolti in questo meccanismo è il cortisolo (ormone dello stress).

 STRESS CHIAMA CIBO!

Vi siete mai chiesti perché quando siamo stressati mangiamo di più?

Quando nel nostro organismo si verifica un eccesso di cortisolo, aumentano gli zuccheri nel sangue. In queste condizioni, la glicemia si abbassa rapidamente, il cervello entra in crisi e richiede all’organismo nuovo combustibile per il suo funzionamento: e così si presenta lo stimolo della fame in maniera immediata.

Un classico esempio di “fame emotiva”!

In questi momenti l’esigenza non è quella di nutrirci, ma quella di compensare un momento di stress con il cibo, scegliendo per lo più cibi ricchi di grassi o dolci che riducono nel breve tempo la percezione dello stress.

 CIBO CHIAMA DONNA!

Anche se la fame nervosa riguarda davvero tutti, le statistiche sono altamente a sfavore delle Donne

 Le Donne, lo sanno meglio di chiunque altro cosa significhi dover controllare gli attacchi di fame. Esiste un momento per loro, e spesso combacia con il periodo del ciclo, in cui il bisogno di cibo non è dettato da un reale senso di fame ma per lo più da impulsi nervosi, come un modo per alleviare lo stress o come un rimedio alla noia.

Nei giorni prima delle mestruazioni, si verifica un calo dei livelli di estrogeni che a sua volta causa una diminuzione dei livelli di serotonina (ormone del benessere), fondamentale per favorire il tono dell’umore. La riduzione dei livelli di serotonina nel corpo genera sintomi di irritabilità, tristezza, apatia, nervosismo e, inevitabilmente, induce a quella fame nervosa spesso difficile da controllare.

FAME FISIOLOGICA E FAME EMOTIVA: imparare a distinguerle!

La fame emotiva e quella reale hanno delle caratteristiche ben distinte e, imparando a riconoscerle, si può imparare a controllare questa sensazione.

La fame fisiologica arriva in maniera graduale e la si può anche posticipare; si basa sulla reale necessità di nutrirsi e, una volta mangiato, ci si sente sazi e appagati.

La fame nervosa è spesso improvvisa, urgente ed è molto specifica. Infatti, a differenza della fame effettiva, la fame nervosa ci induce a mangiare qualcosa di specifico (cibi molto grassi o dolci). La fame nervosa, inoltre, persiste anche dopo aver mangiato.

 

3 RIMEDI PER GESTIRE LA FAME NERVOSA!

Niente paura!

CON UN PO’ DI ATTENZIONE POSSIAMO IMPARARE A GESTIRE LA FAME NERVOSA E TENERE A BADA LE “EMOZIONI” CHE SCATENANO QUESTA SGRADEVOLE SENSAZIONE.

  • COMBATTERE LA NOIA: spesso, la fame nervosa si trasforma in un metodo per riempire i momenti di noia. Non so che fare, mangio! È capitato a tutti noi almeno una volta nella vita. La noia si può sostituire con diverse attività: fare una passeggiata, incontrare un amico o leggere un buon libro.
  • REALIZZARE UN DIARIO ALIMENTARE in cui definiamo quali sono i pasti giornalieri (almeno 5) e in cui inseriamo una delle cose che ci piace di più facendo in modo che diventi quello “sfizio” che ci serve per sentirci meglio
  • BIOLYBRA CALM: BioLybra Calm è l’integratore naturale con olio di semi di canapa, terpeni puri ed estratto di Griffonia studiato per agire direttamente sull’origine dello stress. Spesso è proprio lo stress a causare gli attacchi di fame nervosa, ecco perché Biolybra Calm è un prezioso alleato per aiutarti a ritrovare l’equilibrio psico-fisico e il buon umore.

E TU, COME GESTISCI LA FAME NERVOSA?

RACCONTACELO SUI NOSTRI SOCIAL

Seguici su Instagram e Facebook e raccontaci il tuo rapporto con la fame nervosa!

Non sei ancora iscritto alla nostra newsletter? Entra nella famiglia di Biolybra, condivideremo con te importanti informazioni su come gestire lo stress e uno speciale coupon di benvenuto.

www.biolybra.it/newsletter

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Cosa sono i terpeni
Biolybra Magazine

COSA SONO I TERPENI?

ANCHE LA NATURA HA I SUOI INGREDIENTI SEGRETI. SONO I TERPENI! I terpeni sono presenti in frutta, verdura, spezie e

Leggi »

Shopping cart

KEEP

calm.

e

iscriviti alla nostra
NEWSLETTER

é indol.ore

é indol.ore

RICEVERAI SUBITO IL TUO

CODICE
SCONTO

Non ti stresseremo, è una questione di principio